Social Media Marketing

Feature per Instagram multiaccount: stavolta ci siamo!

Questa introduzioni era da tempo in cima ai desideri degli Igers di tutto il mondo. Ora, finalmente, sta per diventare realtà: Instagram ha cominciato a testare ufficialmente su Android il supporto al multiaccount. In futuro, quindi, sarà possibile gestire più profili con la App di Instagram senza dover fare logout/login per il passaggio da un account a un altro.

Instagram Multiaccount

Continuano, dunque, gli aggiornamenti all’App di immagini più famosa del mondo, sempre più frequenti da quando è stata acquisita dal gruppo Facebook.

Facebook stesso non resta mai fermo e rilascia un nuovo look per le notifiche mobile, trasformandosi quasi in un assistente virtuale.
Sono tante le modifiche introdotte: la prima riguarda da vicino la user experience, in quanto le notifiche saranno raggruppate in schede, mentre la seconda riguarda il contenuto di queste. Infatti, le schede saranno organizzate in modo che le notifiche comprendano non soltanto i compleanni degli amici e gli eventi, ma anche altro, come ad esempio avvenimenti sportivi, programmi televisivi, meteo, breaking news o film proiettati nei cinema della zona, sfruttando il sistema di geolocalizzazione.

Facebook Mobile nuovo aspetto notifiche

Si avrà anche la possibilità di personalizzare questa sezione delle notifiche, aggiungendo o rimuovendo le diverse schede attraverso il menu delle impostazioni.

Google sta provando a rilanciare il suo social, Google+, che fin’ora ha avuto decisamente poco successo.
L’azienda di Mountain View sembra davvero ignorare tutte le critiche che da sempre piovono sul suo social network, facendo finta di nulla e, al contrario, aggiornando, con un pesante restyling grafico e non solo.

Google+ Restyling

Luke Wroblewski ha annunciato l’arrivo del nuovo design della piattaforma, specificando come l’obiettivo sia quello di creare una esperienza lato utente più di facile utilizzo, incentrandola maggiormente sugli interessi degli utenti.
Perciò Google+ sarà sempre più concentrato a sviluppare la comunità e le raccolte, che fin’ora sono stati i suoi due unici fattori che l’hanno contraddistinto da Facebook.
Infatti, come potete vedere dalle due immagini che abbiamo inserito, le voci di menù “Community” e “Raccolte” sono diventate decisamente più predominanti rispetto a prima.

Google+ Restyling Community

Se volete, potete già utilizzare la nuova versione di Google+, che vi verrà automaticamente proposta al momento del vostro accesso nella piattaforma.

Ma Google non si ferma qua e lancia un programma per mettere l’infrastruttura video di YouTube a disposizione degli editori: Embedded Player. Il software sarà testato da cinque giornali europei, tra i quali La Stampa e il Secolo XIX, e sarà poi lanciato ufficialmente entro il mese di marzo del 2016.
Nella pratica, queste testate utilizzeranno YouTube per mettere online la propria produzione video, che saranno presenti sia all’interno del loro sito, che sulla piattaforma YouTube, nei canali dedicati. In aggiunta, gli editori avranno la possibilità di vendere la pubblicità da sé, nel qual caso avranno il 100% dei ricavi, oppure di ricorrere all’intermediario Google, dietro un compenso. Il traffico generato dai loro video, sia sui siti che su YouTube, sarà attribuito alle testate.

La Stampa Youtube

Per chiudere, un’ultima curiosità: in vista dell’uscita dell’attesissimo Star Wars: Il risveglio della Forza, analogamente a quanto aveva fatto tempo fa con la Coca-Cola, Twitter ha introdotto alcuni emoji personalizzati sul tema del film, che ci permetteranno di inserire nei nostri Tweet il Millennium Falcon o il Tie Fighter.